Persone

Più lingue, più vantaggi

18 ottobre 2018

Ha prestato la sua voce per sostenere l’importanza di conoscere le lingue: Elisa Pan (Salewa Oberalp Spa), testimonial per la campagna per il plurilinguismo.

Sapere le lingue porta un valore aggiunto sia per il lavoro che nell’ambito privato e rappresenta un arricchimento culturale. Molte persone se ne rendono conto con la propria esperienza personale e così è stato anche per la giovane Elisa Pan che in ottobre 2017 ha iniziato a lavorare in Oberalp come receptionist e nel giro di poco meno di un anno è passata al reparto Customer Service Export, dove segue le richieste dei maggiori clienti e distributori in Europa e all’estero. “Mi piace il fatto di potermi esprimere in lingue diverse e avere la possibilità di riuscire ad avere uno sguardo d’insieme su quello che è il core di un’azienda e su gran parte dei processi: dall’inserimento di un ordine, alla preparazione della spedizione e dei documenti doganali, ai pagamenti e alla fatturazione. Delle mie mansioni precedenti mi manca un po’ il contatto diretto “face to face” con le persone, ma questo cambiamento è per me una crescita professionale e ne sono soddisfatta”, spiega Elisa che ritiene molto importante conoscere varie lingue “soprattutto se si desidera lavorare in un contesto multiculturale. Io le uso nel quotidiano: la lingua inglese per il contatto con i cliente, mentre tra colleghi va per la maggiore l’italiano seguito dal tedesco.”

Esperienze all’estero

Ha solo 26 anni Elisa Pan, ma alle lingue ha già dedicato molto tempo e impegno. Per la sua formazione ha scelto prima il liceo classico linguistico e poi il corso di laurea triennale in mediazione linguistica per le imprese e il turismo a Trento. “Ho frequentato la 4° superiore in Germania e vissuto presso una famiglia del posto, con la quale ho mantenuto un ottimo rapporto: ci vediamo ancora almeno una volta all’anno. In quell’anno ho perfezionato molto il tedesco e poi mi sono concentrata sull’inglese che ho approfondito tra l’altro lavorando come ragazza alla pari da una famiglia londinese”, ricorda Elisa che ha, infine, imparato lo spagnolo ad Alicante, dove ha lavorato per cinque mesi come insegnante di inglese in una scuola privata di lingue per bambini: la mattina seguiva un corso di spagnolo e il pomeriggio lavorava.

Le lingue come chiavi per il mondo

In queste settimane sui social media si vedono sempre più spesso i video di una campagna per la promozione del plurilinguismo in Alto Adige. Anche Elisa Pan ha partecipato, cantando “Ein Kompliment” degli “Sportfreunde Stiller”: “Ho scelto questa canzone perché è piuttosto coinvolgente sia a livello ritmico che emotivo. E poi mi ricorda il mio anno in Germania; la prima volta l’ho sentita lì e mi è subito piaciuta. Sono felice di aver messo la faccia, e in questo caso anche la voce, per sostenere una tematica così rilevante e spesso delicata presente all’interno della cultura altoatesina. Credo che le lingue siano la chiave per poter entrare in contatto con l’essenza del mondo, uscendo ad ali spiegate dal proprio guscio; danno un senso di libertà, indipendenza e sicurezza, facendoci sentire un po’ più consapevoli di quello che ci circonda. A livello lavorativo offrono sicuramente molte opportunità in più, all’insegna dello slogan della campagna “Più lingue, più vantaggi! Provaci anche tu ….”

Elisa, una giovane con ampi orizzonti.