Persone

Pronti alle sfide

16 maggio 2019

Sono arrivati da percorsi formativi diversi e in Ambach hanno trovato il loro comune denominatore: Georg Dissertori e Renate Franzelin si occupano di vendite.

Quando i ragazzi devono decidere cosa fare dopo le scuole medie, molto spesso non hanno le idee chiare su quello che vorrebbero fare “da grandi”. Hanno davanti a sé una miriade di possibilità, ma non sanno qual è la strada che li porterà verso il loro futuro. Per questo motivo è importante che seguano le loro passioni, coltivino le loro inclinazioni e facciano quello che piace. Georg Dissertori e Renate Franzelin ne sono convinti e la vita ha dato loro ragione.

Alla conquista di nuovi mercati

Si è diplomato all’allora Istituto tecnico commerciale ad indirizzo sportivo Georg Dissertori e subito dopo le scuole superiori ha iniziato a lavorare in Ambach, l’azienda di Caldaro che in oltre sessant’anni di storia è riuscita a diventare un punto di riferimento nell’ambito delle cucine professionali in Italia e nel mondo.  “Da sei anni mi occupo di vendite. A questo lavoro sono arrivato proprio per caso: ho risposto ad un’inserzione di un’agenzia di selezione e mi sono presentato, ma non conoscevo bene Ambach e non sapevo cosa facesse esattamente. Il mio lavoro non ha nulla a che fare con lo sport, ma è sicuramente molto interessante e stimolante, e per questo mi piace molto lo stesso!”, afferma sorridendo Georg che parla correntemente tre lingue: italiano, tedesco e inglese. Per il suo lavoro ha, infatti, contatti con i clienti in varie parti del mondo. Certo sui mercati internazionali la concorrenza è molto alta e rappresenta la sfida che Georg e i suoi colleghi delle vendite devono affrontare ogni giorno. “Bisogna avere cura dei nostri partner nei diversi paesi ed aiutarli a trovare la soluzione ideale per soddisfare i bisogni dei diversi alberghi, ristoranti o cucine di produzione. Si cerca di conquistare nuovi clienti, facendo conoscere i nostri prodotti e i loro vantaggi. Questo mi permette di viaggiare per lavoro, visitando potenziali clienti. Anche le fiere possono essere uno strumento utile per questo scopo”, spiega Georg che anche nelle parole mette lo stesso entusiasmo che dedica al lavoro.

Lavorare con soddisfazione

Un consiglio per i giovani: seguite i vostri interessi!

Viene da una formazione differente Renate Franzelin che ha frequentato la “Lewit” a Merano, indirizzo grafica pubblicitaria, ma anche lei si occupa di vendite alla Ambach. Dopo il diploma cercava un lavoro in un’azienda internazionale e in seguito alla preziosa esperienza presso un’altra azienda, l’ha trovato a Caldaro. “Parlo italiano, tedesco e inglese e ho conoscenze di base in cinese, francese e spagnolo. Il mio lavoro mi permette di mettere a frutto queste mie competenze. Con una quota export del 90 percento, le cucine di Ambach si trovano oggi nei ristoranti e negli alberghi più prestigiosi al mondo; conoscere le lingue è, quindi, necessario così come essere aperti e precisi, avere pazienza e disponibilità a imparare”, racconta Renate, che è entrata in azienda poco meno di un anno fa. Ma nonostante la breve esperienza maturata finora, si sente di dare un consiglio ai ragazzi che stanno ancora studiando: “Nel mondo del lavoro servono anche capacità che a scuola vengono considerate secondarie. Sin da giovani, tutti hanno degli interessi, che nel corso degli anni possono cambiare o crescere, se ne possono poi sviluppare altri. È importante però seguire, approfondire o allargare questi interessi, che possono risultare molto apprezzati e utili in tanti modi diversi nella vita e nel lavoro. Avere la possibilità di usufruire delle proprie competenze e interessi lavorando, dà soddisfazione per quello che si fa.”