Zahlen

Sostenibilità, Europa leader mondiale

6 Oktober 2019

Con il Green New Deal annunciato dalla Presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen l'Europa punta a mantenere il suo primato mondiale a livello di sostenibilità - grazie anche al contributo delle imprese.

L’Europa è leader mondiale a livello di sostenibilità: le emissioni dell’UE sono calate del 23 per cento tra il 1990 e il 2017, mentre l’economia è cresciuta del 53 per cento nello stesso periodo. Sviluppo economico, innovazione e tecnologia hanno contribuito in maniera determinante a questo miglioramento e possono farlo ancora. Soprattutto in Europa. Tra tante cose che si possono criticare del nostro continente non si può non riconoscere come – quando si parla di sostenibilità sociale, ambientale o economica – sia proprio l’Europa il miglior luogo del mondo.

Le emissioni di CO2 per abitante in UE, USA, Russia, India e Cina tra il 2000 e il 2017 nell’elaborazione del CSC-Confindustria

Lo sviluppo dell’UE è stato positivo anche nel corso dell’ultimo anno. Tra il 2017 e il 2018 le emissioni europee di CO2 sono calate del 2,5 per cento: in Germania (meno 5,4 per cento) e Italia (meno 3,5 per cento) anche di più. In 20 Paesi membri su 28, confermano i dati Eurostat, le emissioni sono calate.

Tra il 2017 e il 2018 le emissioni di CO2 sono calate in 20 Paesi UE su 28. Il calo complessivo è stato pari al 2,5% (Fonte: Eurostat)

Il contributo delle imprese

Se l’Europa è leader mondiale a livello di sostenibilità lo deve anche alle sue imprese. Ma si può fare ancora meglio, e l’industria è in prima linea nel promuovere innovazioni tecnologiche che rendono sempre più sostenibili le produzioni industriali. Ne abbiamo parlato a margine del primo vertice tra le federazioni metalmeccaniche dei due maggiori Paesi europei, Italia e Germania, che si è svolto il 3 ottobre a Brunico su impulso di Assoimprenditori Alto Adige. Per Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica, il rinnovamento passa innanzitutto attraverso l’aspetto culturale portato avanti dalle e nelle imprese. Oliver Zander, direttore generale di Gesamtmetall, la federazione tedesca che raggruppa le imprese tedesche della metalmeccanica e dell’elettronica, sottolinea come solo attraverso l’innovazione tecnologica sarà possibile puntare su una sempre maggiore sostenibilità, anche ambientale.

Videointervista a Stefano Franchi, direttore generale di Federemeccanica

Videointervista a Oliver Zander, Hauptgeschäftsführer Gesamtmetall