Unternehmen

Alimentazione clinica e integratori proteici innovativi

9 Oktober 2019

 L’azienda LB Lyopharm si dedica alla ricerca e allo sviluppo di proteine e di principi attivi di origine vegetale e animale, per creare prodotti innovativi da utilizzare nel campo alimentare, della nutraceutica e della cosmesi.

Alimentazione clinica, prodotti dietetici, integratori alimentari proteici innovativi per il trattamento della malnutrizione, in particolare nei pazienti oncologici durante la chemioterapia. Le applicazioni del lavoro di LB Lyopharm sono molteplici.

 

Ricerca e sviluppo nel campo delle proteine 

LB Lyopharm è specializzata nella ricerca e lo sviluppo di proteine e principi attivi di grande purezza a partire da estratti di origine vegetale, siero di latte, microorganismi e cellule in coltura. L’azienda, creata nel 2008, è la divisione scientifica dell’Hotel Palace di Merano. Ha base a Bolzano. In origine laboratorio di ricerca, dal 2012 commercializza i suoi prodotti nel campo dell’alimentazione clinica e non solo. Tra le tecnologie utilizzate all’interno dei suoi laboratori spiccano la liofilizzazione, cromatografia in batch applicata, filtrazione a freddo con membrana ed atomizzazione.

Un integratore proteico innovativo per migliorare l’alimentazione 

L’azienda ha sviluppato un integratore alimentare proteico liofilizzato altamente innovativo. Il prodotto è a base di proteine di siero di latte, “whey proteins”. Le proteine vengono purificate tramite delle tecniche di filtrazione brevettate. “Grazie a questo processo, – spiega Gianluca Salvadori, responsabile della qualità LB Lyopharm – otteniamo un prodotto di grande purezza e qualità, con un altissimo Valore Biologico. Inoltre, le nostre proteine risultano inodori e insapori.” Quest’ultimo aspetto, come spiegheremo più avanti, è molto importante per chi ne fa uso.

Gianluca Salvadori, Responsabile della qualità LB Lyopharm

“Prolyotin” è così concepito per fornire una fonte di proteine di alta qualità e digeribilità. Si tratta di un prodotto dall’eccellente valore nutrizionale. Può essere utilizzato tal quale, oppure in aggiunta ad alimenti e bevande. Viene inoltre impiegato da Lyopharm in formulazioni composite, come integratori per lo sport, alimenti dietetici e a fini medici speciali (zuppe, bevande, yogurt e dessert). Alimenti, questi, indicati per un regime alimentare di trattamento degli stati di denutrizione, riduzione muscolare, maggiore fabbisogno energetico e oncologici.

La collaborazione con l’Azienda ospedaliera universitaria Sant’Andrea di Roma e La Sapienza

L’integratore proteico sviluppato da LB Lyopharm è stato testato su un panel di pazienti oncologici. I risultati ottenuti sono stati ottimi. Lo studio è stato condotto all’interno di un progetto che l’azienda bolzanina ha portato avanti in collaborazione con la Professoressa Federica Mazzucca, che nel 2018 ha tra l’altro vinto il premio Roma per la ricercca in campo oncologico, dell’Azienda ospedaliera universitaria Sant’Andrea di Roma, in partnership con l’università La Sapienza di Roma.

Il progetto aveva come obiettivo studiare il possibile ruolo svolto dalle proteine nella prevenzione e nel trattamento della malnutrizione, in particolare durante la chemioterapia.

Un aiuto durante la chemioterapia

I pazienti oncologici che devono sottoporsi a chemioterapia hanno spesso difficoltà a mantenere un’alimentazione corretta ed equilibrata. A causa delle loro condizioni, i sapori e l’appetito sono alterati. A volte riescono a ingerire solo esigue quantità di cibo. Per assicurare l’apporto proteico necessario a prevenire stati di malnutrizione, ai pazienti vengono somministrati integratori di vario tipo. Spesso purtroppo il loro gusto è poco gradevole o stucchevole. Ed è qui che entra in campo LB Lyopharm. L’integratore sviluppato dall’azienda è altamente digeribile. Non solo. Ha un elevato valore nutrizionale ed essendo inodore e insapore non altera il gusto degli alimenti. “Per i pazienti che affrontano cure e trattamenti debilitanti – spiega Salvadori – questo aspetto significa molto. Un integratore o un AFMS (alimento a fini medici speciali n.d.r) con un gusto sgradevole o troppo marcato può contribuire a ridurre ulteriormente l’appetito, già compromesso dalle condizioni del malato. I nostri prodotti sono studiati per apportare i nutrienti necessari, in purezza non alterano il sapore del cibo. Contribuiscono così a stimolare l’appetito del paziente. Le formulazioni composite presentano gusti gradevoli e vari. Il malato può mangiare con maggior piacere, rafforzare l’organismo debilitato e prevenire il rischio di malnutrizione”.

In Lyopharm lavorano venti persone tra ingegneri in biotecnologie, chimici farmaceutici, periti chimici, tecnici di laboratorio e personale amministrativo. Si dividono tra chi si occupa della ricerca e sviluppo e chi del controllo qualità dei prodotti finiti.

Oltre che nel campo dell’alimentazione clinica, l’innovazione in campo alimentare tradizionale è un settore in costante crescita in Alto Adige, come raccontiamo anche in questo articolo.